Ultimamente ho lavorato parecchio utilizzando la suite gratuita di Google in particolare Google Presentazioni, l’equivalente di Power Point per intenderci.

Dopo un pò che lo utilizzi capisci che i template predefiniti ti stanno un pò stretti e allora devi inventarti qualcosa di diverso.

La buona notizia è che usando Google Presentazioni possiamo creare dei template personalizzati con una semplicità disarmante e in questo tutorial vediamo quindi brevemente come fare.

Mossa1 – Creare la presentazione

Creiamo una presentazione vuota partendo da un template base per poi applicare le modifiche (es. template “chiaro semplice”).

Rinominiamo la presentazione come Template1.

Cattura1

Mossa2 – Personalizzare le slide

Dal menu “Diapositiva” scegliere la voce “Modifica schema” per passare alla modalità modifica del layout di presentazione.

Cattura2

La prima diapositiva in elenco, identificata con il nome di schema, permette di modificare le proprietà valide per tutte le nostre slide vale a dire il colore di sfondo, le eventuali immagini in filigrana, il font, la dimensione del carattere.

Provare per credere, cambiate il colore di sfondo e tornate alla presentazione. Da questo momento in poi tutte le slide avranno il nuovo colore scelto (nel mio caso ho scelto lo sfondo blu e il font Arial).

Le altre diapositive in elenco che si trovano sotto la voce Layout, sempre nella modalità modifica schema, rappresentano invece i modelli di slide predefiniti per il tema che stiamo utilizzando.

Spostatevi alla fine dell’elenco e duplicate l’ultima diapositiva.

A questo punto lasciate libera la fantasia e inventate tutti i layout che volete aggiungendo del testo, inserendo delle forme che poi faranno da sfondo, cambiando i colori e così via.

Tenete conto che tutto quello che aggiungerete in questa modalità all’interno di una slide diventeranno elementi (testi, immagini, colori, …) non modificabili quando sceglieremo quel particolare modello di slide in fase di composizione della nostra presentazione.

Ai fini del nostro tutorial ho creato quattro nuovi layout abbastanza semplici ma personalizzati:

  • uno con uno sfondo curvo,
  • uno con il mio logo,
  • uno con l’indirizzo web del mio sito,
  • uno con una freccia per descrivere un processo di tipo prima/dopo

Cattura3

Ricordate che possiamo rinominare ogni nuovo layout in modo da avere un’etichetta che mi aiuti a scegliere il modello di slide che preferisco quando torneremo in modalità presentazione.

Mossa3 – Usare le slide personalizzate

A questo punto torniamo in modalità presentazione semplicemente cliccando sulla “X” in alto a destra (attenti a non chiudere l’intero browser) e cominciamo ad usare i nostri nuovi modelli di slide personalizzate.

pasted image 0

Come vedete dalla figura, quando apriamo il menu per aggiungere una nuova slide troviamo in coda le quattro nuove appena create con i nomi: Onde, Indirizzo web, piccolo logo e prima e dopo.

Il tutorial termina qui. Scrivetemi se qualcosa non è chiaro.

Buon lavoro a tutti