Se come me vai a lavoro in macchina e magari ascolti la radio per passare il tempo, in questi giorni avrai sicuramente notato il leggero bombardamento pubblicitario da black friday.

È iniziata la settimana del black friday (ma non era solo un venerdì?) vieni da noi a comprare di tutto.

Nella settimana del black friday sconti pazzi fino al 70% su un sacco di roba inutile.

Black friday, un mare di sconti su tutta la merce in magazzino.

Direi che ci siamo capiti. Ecco, allora mi chiedo: ma veramente non sappiamo fare di meglio?

Se mi serve qualcosa e magari avevo già deciso di aspettare gli sconti per comprarla, probabilmente questo tipo di pubblicità non è particolarmente utile. Al contrario se invece ho dei soldi da spendere per fare shopping e magari vengo invogliato dalla pubblicità allora devo decidere dove andare a fare acquisti e a questo punto la domanda è in quale di questi negozi vado?

Perché dovrei scegliere di andare a comprare in uno qualunque di questi negozi che pubblicizzano esclusivamente la corsa allo sconto e combattono tra loro per il prezzo più basso? Supponiamo che tutti vendono il potenziale articolo di mio interesse, tutti fanno gli sconti e tutti saranno ugualmente pieni di gente per via del black friday. Cosa dovrebbe portarmi a sceglierne uno in particolare?

In questi giorni mi sono fatto questa domanda e la risposta che mi sono dato è che non andrei da nessuno perché nessuno si è minimamente sforzato per differenziarsi e provare ad essere più interessante o appetibile per me che sono il potenziale cliente.

Ragionevolmente il beneficio da black friday dovrebbe essere il risparmio economico, se poi però devo fare due ore di coda alla cassa per pagare forse non è più così conveniente e magari decido di comprare a prezzo pieno il lunedì successivo.

Credo che la sfida di ogni giorno sia quella di soddisfare al meglio le esigenze dei clienti cercando di differenziarci ed essere percepiti il più possibile come unici in un mercato dove la maggior parte dei prodotti e dei servizi sono ormai facilmente replicabili. L’unicità può essere nascosta ovunque:

  • può essere nel modo di fare,
  • nel messaggio che racconto o nel modo in cui lo racconto
  • nel tipo di articoli che decido di vendere,
  • nelle persone con cui lavoro o nel metodo di lavoro che porto dai clienti,
  • potremmo continuare con un lungo elenco.

Quando spesso parlo di pensiero laterale, mi riferisco proprio a questo affascinante ingrediente nascosto che ci permette di fare la differenza. Le campagne black friday le terrei a mente per ricordarci che forse non è sempre utile uniformarci ad ogni costo per diventare uguali a tutti gli altri.

A me avrebbe molto colpito ad esempio una pubblicità fatta in questo modo:

Papà e figlio dentro la loro auto. Immaginate il bambino che chiede al papà perché si chiama Black Friday. Il papà risponde dando la sua bella spiegazione e poi incita il bambino a sbrigarsi per andare a comprare insieme il suo giocattolo preferito. Escono dalla macchina e corrono verso il negozio…

(Magari una pubblicità simile a questa l’hanno fatta sul serio e sono io ad averla persa alla radio… nel caso, fatemi sapere)

Buon lavoro a tutti