Chi mi conosce sa che mi piace cucinare; spesso al sabato impasto la pizza in casa. Stamattina alle 10, l’impasto era pronto. Verso le 14 impasterò nuovamente il panetto e stasera alle 8 si parte ad infornare.

Se vuoi preparare una buona pizza serve tempo. L’impasto lievita con calma e se hai tempo a sufficienza, impastare nuovamente il panetto a metà lievitazione permetterà all’impasto di lievitare ancora meglio, perdere l’odore tipico del lievito e risultare ancora più fragrante.

Se vuoi preparare una pizza puoi anche decidere di comprare la pasta in panetteria oppure impastare poche ore prima e utilizzare un lievito a lievitazione istantanea.

Se vuoi mangiare una buona pizza puoi anche decidere di andare in una buona pizzeria e spendere per farti servire al tavolo, anche questa è una buona strada ma come ben sappiamo non sempre al costo alto corrisponde effettivamente una buona pizza.

Se vuoi mangiare una pizza puoi andare in una qualunque pizzeria scegliendo tra quella più vicina, comoda o che ti offre anche altri servizi di tuo interesse.

Come vedi esistono molte strade possibili per preparare o mangiare una buona pizza o una pizza. In tutti i casi gli ingredienti sono sempre gli stessi, pochi e semplici, dipende da chi li mette insieme e come. In certi casi non puoi prescindere da un certo tempo che deve trascorrere affinché qualcosa risulti veramente fatta bene e in altri casi elementi che pensi non essere in diretta relazione con il tuo obiettivo possono avere un ruolo determinante; nel caso della pizza, se cucini prima una ciambella avrai pre-riscaldato il forno al meglio garantendoti così anche un ottimo dolce per il dopo cena.

Adesso non pensare alla pizza ma a quello che fai ogni giorno a lavoro.

Ogni giorno utilizziamo molto del nostro tempo al grido di efficacia, efficienza e qualità, tre elementi fondamentali che dovrebbero rappresentare la direttrice da seguire per qualunque lavoro fatto bene, ma spesso non ci concentriamo troppo sul significato effettivo di ciascuna parola.

  • Efficacia: la capacità di produrre pienamente l’effetto voluto quindi essere in grado di raggiungere l’obiettivo preposto.
  • Efficienza: la situazione di massima capacità produttiva utilizzando meno energia, risorse, costi ovvero avere un piano ragionevolmente perseguibile che porti all’efficienza.
  • Qualità: l’insieme di caratteristiche interne ed esterne che ci fanno percepire un oggetto o un prodotto in maniera complessivamente positiva.

A questo punto ti chiedo: Tu, come prepari la tua pizza ogni giorno a lavoro? Quali ingredienti usi? In che modo li impasti?

Buon lavoro a tutti