Recentemente mi trovo sempre più a discutere sul fatto che un workshop con il metodo LEGO® SERIOUS PLAY® ha dei lunghi tempi di esecuzione. Parliamo di un tempo medio di 4-8 ore per esplorare a fondo tematiche importanti e fino a 16 ore, 2 giorni consecutivi, se vogliamo analizzare scenari complessi.

L’osservazione più comune è di questo tipo:

“si, ok ma dove trovo otto ore, un’intera giornata del mio team, da dedicare a questa cosa? Poi serve capire cosa farcene… non saprei…”

La potenza di questa metodologia è che di fatto si vive un’esperienza completa che stimola le tre dimensioni chiave responsabili dell’apprendimento, la memorizzazione e di fatto dell’esperienza individuale: stiamo parlando di tatto, vista e udito (o forse preferisci cinestesico, visivo e uditivo).

  1. Costruire e poi toccare un modello, ruotarlo e indicare dei punti particolari che hanno un significato specifico… 
  2. Vedere un modello, i colori e i pezzi che lo compongono, il modo in cui è assemblato, l’idea d’insieme…
  3. Ascoltare la storia che sta dietro al modello e fare domande specifiche rispetto a quello che si ascolta…

Questi tre passaggi, che possono sembrare semplici e banali a piacere, nascondono al loro interno tutta la potenza del metodo LSP. A parità di tempo trascorso in una riunione di lavoro ti invito a confrontare 4 ore spese utilizzando il metodo LSP con altrettante ore spese in una normale riunione di qualunque natura essa sia (qui puoi approfondire i diversi tipi di riunione ai quali potresti trovarti a partecipare). Il metodo LSP attiva più rapidamente nuovi saperi e conoscenze e permette ai partecipanti di trovare la soluzione al problema, la risposta alla domanda o la decisione giusta per la situazione che stanno affrontando in un clima armonioso e di estrema condivisione. Non si tratta più di trovare il capro espiatorio o la persona a cui scaricare il barile, con il metodo LSP scopri meglio cosa puoi fare tu singolarmente e come la tua azione può convergere rispetto all’obiettivo comune.

Serve solo avere il coraggio di accettare tutto questo e voler sperimentare con mano quello che qui posso solo raccontare a parole. Una cosa è certa: se decidi di intraprendere questa strada potresti non voler più tornare indietro.

Buon lavoro a tutti